Domenica si corre la 500 Miglia di Indianapolis 2024.

Manca pochissimo allo start della gara più veloce del mondo, “The Greatest Spectacle in Racing”: la 500 Miglia di Indianapolis.

L’edizione numero 108 sull’iconico catino dello Stato dell’Indiana costituisce senza dubbio la gara più importante dell’anno e del panorama IndyCar, oltre ad aprire anche la stagione 2024 sugli ovali.

Saranno 33 le vetture con telaio Dallara e motorizzate Chevrolet o Honda in gara che si sfideranno lungo i 4 chilometri dell’ovale.  Nell’arco dei 200 giri previsti e delle 3 ore circa di gara avrà la meglio chi riuscirà a gestire il traffico dei doppiaggi, la strategia ed il carburante, senza ovviamente escludere l’eventuale fortuna (o sfortuna) di qualche caution dovuta ad incidenti.

Durante le Qualifiche disputate domenica 19 maggio è stato il team di Roger Penske con le sue tre vetture iscritte a conquistare e monopolizzare l’intera prima fila di partenza.  Si è capito già dalle sessioni di prove nei giorni precedenti che le 3 Dallara-Chevrolet avevano una marcia in più in termini di velocità e media oraria.

A fianco del neozelandese Scott McLaughlin, autore della Pole Position più veloce della storia ad Indianapolis durante l’ultima sessione di Qualifica (Fast 6), scatteranno infatti i suoi due compagni di squadra, i veterani e già vincitori della 500 Miglia Will Power (a segno nel 2018) e Josef Newgarden (trionfatore nel 2023).

McLaughlin ha ottenuto la Pole facendo segnare durante i suoi 4 giri di qualifica una velocità media di 234.220 miglia orarie, ossia di 376.941 km/h.

Dietro il trio Penske, ottime prestazioni per Arrow McLaren, con Alexander Rossi, vincitore della gara al suo esordio nel 2016, in quarta posizione con la sua Dallara #7 ed il debuttante e Campione NASCAR Kyle Larson sulla #17.

In particolare, è proprio su Larson che saranno puntate la maggior parte delle attenzioni domenica; il pilota americano si troverà infatti ad affrontare il cosiddetto “double duty”, ossia il doppio impegno provando a correre nello stesso giorno sia la 500 Miglia che la Coca-Cola 600, importante gara del Campionato NASCAR.

Pato O’Ward e Callum Ilott sulle altre due vetture di Arrow McLaren scatteranno rispettivamente dalla decima e quindicesima posizione.

Sesta piazza per Santino Ferrucci sulla vettura #14 di A.J. Foyt: il pilota americano ha sempre dimostrato buone velocità sugli ovali e nello specifico ad Indianapolis.  Nelle sue 5 partecipazioni precedenti ha infatti sempre chiuso nella Top 10, nel 2023 arrivando addirittura terzo.  Chissà se quest’anno sarà quello buono per lui.

Tra i favoriti per la vittoria non possiamo non citare anche i componenti del Chip Ganassi Racing; il team di Ganassi si presenterà al via con le sue cinque vetture iscritte per l’intera stagione.  Assieme ai piloti di punta, Alex Palou sulla #10 e Scott Dixon sulla #9, ci saranno ben tre rookie ed esordienti alla 500 Miglia.

Si tratta di Kyffin Simpson (#4), Linus Lundqvist (#8) e Marcus Armstrong (#11): tutti e tre molto veloci, tutti e tre molto promettenti ma con ancora pochissimi chilometri sulle spalle in una gara in cui l’esperienza gioca un ruolo fondamentale.

Le qualifiche dei piloti Ganassi non sono state eccezionali, con il più veloce, Palou, in quattordicesima posizione.  Quando si parla di squadre di questo calibro però non si possono escludere dai favoriti per il successo finale: l’ultima vittoria di un pilota Ganassi risale al 2022 quando fu Marcus Ericsson a tagliare per primo il traguardo sul celeberrimo brickyard.

Altra squadra simbolo delle corse Indycar è Andretti Global; il team gestito da Michael Andretti porterà in pista 4 Dallara: Colton Herta sulla #26, Kyle Kirkwood sulla #27 e Marcus Ericsson sulla #28.

Assieme a loro anche Marco Andretti al volante della #98: l’ultima vittoria di Andretti ad Indianapolis è datata 2017, quando Takuma Sato ha ottenuto il primo dei suoi due trionfi (ripetendosi poi nel 2020).

Tra i partecipanti e favoriti ci sarà anche Helio Castroneves: il pilota brasiliano, ormai una leggenda del motorsport a stelle e strisce, sarà a bordo della #06 di Meyer Shank Racing, al fianco dei compagni di squadra Felix Rosenqvist sulla #60 ed il rookie Tom Blomqvist sulla #66.

Domenica Castroneves affronterà la sua 24a (!) 500 Miglia: dal suo esordio nel 2001, il brasiliano ha già trionfato per ben 4 volte (2001, 2002, 2009, 2021) ed andrà a caccia della sua quinta vittoria, per provare a diventare il pilota più vincente di sempre ad Indianapolis.

Tenendo le dita incrociate e scongiurando il meteo avverso che potrebbe far rimandare tutto, appuntamento quindi a domenica 26 maggio ore 18:45, con la green flag per una delle gare più emozionati, veloci e spettacolari del mondo.  Giusto in concomitanza lo stesso giorno, ma in pista qualche ora prima, con un’altra delle gare considerate “storiche” nel motoracing, il Gran Premio di Montecarlo di Formula 1.

Scritto da Leonardo Sofia

Foto: IndyCar – ©AlessandroSala

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You cannot copy content of this page